Enter your keyword

Visite Basilicata – Puglia

Aliano e Carlo Levi

(visita con esperto - Cod. 0020)

“Sulla mia sinistra, a mezzogiorno…la distesa sconfinata delle argille, con le macchie chiare dei paesi, fino ai confini del mare invisibile…” Carlo Levi

Una suggestiva visita nel bellissimo borgo di Aliano, paese in cui Carlo Levi, uno dei più importanti scrittori italiani del ‘900, passò un periodo di confino durante la Seconda Guerra Mondiale e borgo che ispirò lo scrittore per ambientare il suo più celebre romanzo “Cristo si è fermato a Eboli” grande capolavoro letterario considerato ormai un classico della nostra letteratura. Aliano sorge su una collina di argilla a circa 500 metri di altitudine ed è circondato da stupendi e numerosi calanchi, tipici fenomeni geomorfologici di erosione del terreno, prodotti per l’effetto di dilavamento delle acque su rocce argillose degradate, con scarsa copertura vegetale e quindi poco protette dal ruscellamento. Durante l’escursione nel bellissimo borgo di Aliano si potrà visitare la casa di confino di Carlo Levi, il museo a lui dedicato ed il museo della civiltà contadina. Oltre all’aspetto culturale verranno approfonditi aspetti naturalistici con l’osservazione dei calanchi. La giornata avrà poi dei momenti di assoluta suggestione, con la lettura da parte di una voce narrante di parti dei suoi romanzi direttamente nei luoghi che furono di ispirazione per l’autore.

Visita giornaliera con orari da concordare

Pullman + guida turistica + ingressi:
da euro 35,00 pp – minimo 30 partecipanti

Craco e il Paese Fantasma

(visita con guida - Cod. 0021)

Craco è un caratteristico e suggestivo paesino in provincia di Matera che dista 54 km dal capoluogo.  I viaggiatori che si avventurano a Craco si trovano immersi in un’atmosfera a dir poco surreale, circondati dal paesaggio lunare dei “calanchi” resi celebri dal romanzo “Cristo si è fermato a Eboli” di Carlo Levi. Ulivi secolari misti a cipressi antichissimi circondano il lato del paese verso lo scalo sulla ferrovia calabro lucana da questo lato divelta e abbandonata. I nomi delle contrade vicine evocano un passato intenso e misterioso. A causa di una frana di vaste proporzioni, nel 1963 Craco è stata completamente evacuata e la popolazione si è trasferita a valle, in località Craco Peschiera. Da quel momento Craco è diventato un vero e proprio paese fantasma, uno dei rari esempi in Italia che da alcuni decenni entusiasma viaggiatori e numerosi registi che hanno scelto proprio il centro lucano per girare alcune scene dei loro film. La guida ci farà immergere nelle atmosfere misteriose di Craco attraverso la narrazione di storie e leggende.

Visita giornaliera con orari da concordare.

Pullman + guida turistica:
da euro 35,00 pp – minimo 30 partecipanti

Montescaglioso la città dei Monasteri

(visita con guida - Cod. 0022)

Comune di circa 10.000 abitanti situato in provincia di Matera, nel 2012 ha ottenuto il riconoscimento di comune Gioiello d’Italia. Splendido borgo caratterizzato da quattro monasteri dei quali il più spettacolare e importante è l’abbazia di San Michele Arcangelo.

Il territorio di Montescaglioso, così come quello di Matera, ricade in un’area archeologica, storica e naturale, il Parco delle Chiese rupestri del Materano, che comprende circa 8.000 ettari. Verrà visitato il museo della civiltà contadina.

Visita giornaliera con orari da concordare.

Pullman + guida turistica:
da euro 35,00 pp – minimo 30 partecipanti

I Sassi di Matera

(visita con guida - Cod. 0023)

“Questo è il più eccezionale ed intatto esempio d’insediamento trogloditico nella regione mediterranea, perfettamente adattato al proprio terreno ed ecosistema. Il primo insediamento risale al Paleolitico, mentre i successivi illustrano un numero significativo di fasi della storia umana” Unesco

Conoscere i Sassi di Matera significa coglierne l’essenza, scoprirne la storia e le tradizioni dall’ “interno” comprendendo, al tempo stesso, i valori che hanno portato i loro antichi abitanti a creare un sistema-città in piena armonia con la Natura e nel rispetto dell’ecosistema. I Sassi rappresentano, prima di tutto, l’esempio più significativo di nucleo urbano scavato nella roccia, testimoniando in maniera continuativa “l’arte del vivere in grotta” dal Paleolitico ai giorni nostri.  Inoltre, a cominciare dall’VIII-IX secolo, nell’area di Matera e del prospiciente altopiano roccioso delle Murge si insediano numerose comunità monastiche benedettine e bizantine che utilizzano le grotte esistenti e ne scavano di nuove per trasformarle in chiese rupestri. Questi insediamenti monastici saranno attivi per tutto il Medioevo fino all’inizio del Rinascimento e, in alcuni casi, raggiungeranno un alto livello di evoluzione architettonica e iconografica. A cominciare dagli anni ’50 Matera è stata un set naturale di numerosi film importanti (basti citare, tra i tanti, “Il Vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini e “La passione di Cristo” di Mel Gibson). La guida ci porterà a scoprire in un percorso carico di suggestione gli angoli più remoti di Matera e dei suoi Sassi. Si visiterà una casa grotta tipicamente arredata e una chiesa rupestre affrescata. La giornata continuerà con la visita della Matera sotterranea e del Piano. Andremo a scoprire il grandioso sistema sotterraneo di raccolta dell’acqua piovana, caratterizzato da cisterne profonde come un palazzo di 5 piani e lunghe quanto un campo da calcio che un tempo, riuscendo a contenere fino a 5 milioni di litri d’acqua, rappresentavano la maggiore riserva idrica della popolazione di Matera. A seguire si visiterà la soprastante zona del centro storico detta “il piano”.

Visita giornaliera con orari da concordare

Pullman + guida turistica:
da euro 35,00 pp – minimo 30 partecipanti

Il Volo dell’Angelo - un tuffo tra cielo e terra

(visita senza guida - Cod. 0024)

Sulle Dolomiti Lucane, nel cuore della Basilicata, è possibile vivere una emozione unica, il volo tra le vette di due paesi, Castelmezzano e Pietrapertosa collegati attraverso un cavo d’acciaio: è il Volo dell’Angelo. Un’avventura che vi porterà a contatto con la natura e con un paesaggio unico, alla scoperta della vera anima del territorio. Legati con tutta sicurezza da un’apposita imbracatura e agganciati ad un cavo d’acciaio il visitatore potrà provare per qualche minuto l’ebrezza del volo e si lascerà scivolare in una fantastica esperienza, unica in Italia ma anche nel Mondo per la bellezza del paesaggio e per l’altezza massima di sorvolo. Gli incantevoli borghi di Pietrapertosa e Castelmezzano sono le due stazioni del Volo. Arrivati in uno qualsiasi di questi due splendidi paesini, potrete visitarli e ammirare le case incastonate tra le rocce, fare suggestive escursioni storiche e naturalistiche, nonché gustare gli squisiti prodotti locali. Lo splendido panorama circostante vi darà una visuale insolita e soprattutto ricca di emozione. Quello che si presenterà agli occhi del visitatore, infatti, sarà un panorama che di norma è privilegio delle sole creature alate. Giunti nella zona d’arrivo del paese di fronte, voi “angeli” tornerete con i piedi per terra e, liberati dall’imbracatura potrete raggiungere il centro del paese e la partenza dell’altra linea, grazie ad una navetta. L’ebrezza del volo si potrà provare su due linee differenti il cui dislivello è rispettivamente di 118 e 130 mt. La prima, detta di San Martino che parte da Pietrapertosa (quota di partenza 1.020 mt) e arriva a Castelmezzano (quota di arrivo 859 mt) dopo aver percorso 1.415 mt raggiungendo una velocità massima di 110 Km/h. La linea peschiere, invece, permetterà di lanciarsi da Castelmezzano (quota di partenza 1019 mt) e arrivare a Pietrapertosa (quota di arrivo 888 mt) toccando i 120 Km/h su una distanza di 1.452 metri!

Visita giornaliera con orari da concordare

Pullman + guida turistica:
euro 30,00 pp – minimo 30 partecipanti

Per il Volo dell’Angelo i costi sono:
euro 40,00 pp (volo singolo)
euro 36,00 pp (volo in coppia)

Il Parco Archeologico di Metaponto

(visita con guida - Cod. 0025)

Non occorre fare viaggi impossibili per scoprire angoli suggestivi… Metaponto, perla della Magna Grecia, offre ai suoi visitatori una  esperienza unica e indimenticabile. Fondata da coloni greci nel VII sec. a.C., Metaponto fu un ricco e fiorente centro della Magna Grecia che, tra l’altro, ospitò il filosofo e matematico Pitagora. La rinomata località turistica della costa Jonica custodisce oggi interessanti testimonianze di questo passato.

A Metaponto, a circa 18 km da Scanzano Jonico, è possibile visitare le tavole palatine nome con cui tradizionalmente si indicano i resti del tempio dedicato a Hera, realizzato in stile dorico nel 530 a.C. Una suggestiva escursione per rivivere i fasti della Magna Grecia attraverso i resti conservati nel parco e all’interno del museo archeologico di Metaponto.

Il Museo propone una delle più interessanti sintesi del popolamento umano nel territorio lucano tra età protostorica ad età alto-medievale. Più di 2000 oggetti, tra reperti ceramici, gemme preziose, metalli e rivestimenti architettonici, permettono di ricostruire alcuni aspetti della vita quotidiana, in città e in campagna, a Metaponto (città magno-greca) e nell’immediato retroterra lucano. Poco distante dal Museo sarà possibile ammirare i resti monumentali dell’antico santuario ed agorà della città Magno-greca che coprono un arco temporale che va dal periodo della fondazione fino a quello della conquista romana.

Visita giornaliera con orari da concordare

Pullman + guida turistica:
da euro 25,00 pp – minimo 30 partecipanti

Heraclea

(visita con guida - Cod. 0026)

La colonia greca di Heraclea (odierna Policoro), sorta lungo la costa ionica della Basilicata intorno al VII secolo a.C., conserva i resti della fiorente civiltà greca. Il Museo Nazionale della Siritide espone i più significativi oggetti rinvenuti a Policoro durante scavi archeologici effettuati sotto gli strati della moderna città riferibili alle due colonie greco-orientale e greca di Siris ed Herakleia e nei centri indigeni dell’entroterra lucano. Nell’area archeologica, subito alle spalle del Museo, sarà possibile camminare tra i resti di un antico quartiere abitativo della città greca di Herakleia ed imbattersi, poco a valle, tra i ruderi dei suoi due santuari urbani, dedicati alle divinità di Dioniso e Demetra. Poco distante da Policoro, vi è il colle di Anglona dove è sita la splendida basilica medievale dedicata alla Madonna di Santa Maria d’Anglona risalente al XI secolo e scelto nel Giubileo 2000 come punto di partenza per l’itinerario giubilare della diocesi.

Visita giornaliera con partenza dal villaggio alle ore 09.00 e rientro previsto alle ore 17.00

Pullman + guida turistica:
da euro 20,00 pp – minimo 30 partecipanti

Santuario di Anglona e l’antico borgo saraceno “la Rabatana”

(visita con guida - Cod. 0027)

A circa 44 km da Scanzano Jonico sorge il piccolo abitato di Tursi con il suo caratteristico quartiere Arabo chiamato “la Rabatana”. La Rabatana è letteralmente circondata per ogni lato da profondi e inaccessibili burroni che costituiscono il fantastico mondo delle “Jaramme” di Albino Pierro. È stato il primo nucleo abitativo di Tursi. Verso l’anno 850 la zona fu abitata dai Saraceni che lasciarono profonde tracce nell’architettura e nel dialetto. A ricordo dei loro villaggi arabi, i Saraceni denominarono il luogo Rabatana, da Rabat o Rabhàdi o Arabum tana. All’interno del borgo si potrà ammirare la cripta ipogea interamente affrescata della chiesa di Santa Maria Maggiore che conserva un prezioso presepe in pietra dell’autore Altobello Persio. La giornata si concluderà con la visita al Santuario di Santa Maria di Anglona.

Visita giornaliera con orari da concordare

Pullman + guida turistica:
da euro 30,00 pp – minimo 30 partecipanti

Archeoparco di Andriace e museo archeologico della Siritide

(visita con guida - Cod. 0028)

A pochi km da Scanzano Jonico e precisamente a Montalbano Jonico (13 Km) è  presente l’archeoparco di Andriace, un percorso didattico-turistico comprensoriale che partendo dal Villaggio Preistorico giunge sino alla fase ellenistico-romana della fattoria ricostruita (VIII sec. a.C. – III sec. d.C.). L’Archeoparco di Andriace, che con i suoi 10 ettari di estensione è il più grande Parco di Archeologia Sperimentale d’Italia, un grande open air museum che conserva la ricostruzione a grandezza naturale di strutture antiche, scientificamente documentate, quali il Villaggio Neolitico e l’ikria (una delle prime forme di strutture lignee utilizzate per manifestazioni e rappresentazioni pubbliche, attestate in ambito greco e magno greco nel VII-VI secolo a.C.). All’interno del Parco è possibile partecipare a laboratori di archeologia sperimentale e attraversare percorsi naturalistici attrezzati, con l’ausilio di sussidi didattici. L’itinerario propone inoltre la visita agli scavi archeologici e alla ricostruita fattoria romana del Bosco di Andriace, all’importante area archeologica di Termitito, in cui sono evidenti i resti di una villa romana del I sec. a.C.,  e la successiva visita al particolare ambiente naturalistico e paesaggistico dei calanchi (appiett’ du mulin) di Montalbano Jonico, caratterizzati da importanti e peculiari aspetti geologici, dotati di una vegetazione tipica che si è adattata alle difficili condizioni climatiche e pedologiche. Si potrà anche aggiungere la visita al vicino museo archeologico della Siritide (situato nella vicina  Policoro) che racchiude i reperti in ordine cronologico dal Neolitico all’età romana.

Visita giornaliera con orari da concordare e laboratori da definire non compresi nel prezzo

Pullman + guida turistica:
da euro 25,00 pp – minimo 30 partecipanti

Valsinni e il parco letterario

(visita con guida - Cod. 0029)

“Valsinni con il Parco Letterario, si propone come meta autentica di scoperta per coloro che intendano la vacanza come occasione per vivere emozioni uniche”

Borgo medievale che nel 2001 è stato insignito dal Touring Club della Bandiera Arancione.
Costruito su uno sperone roccioso che si protende verso il fiume Sinni, è fatto di vicoli concentrici comunicanti tra loro attraverso i caratteristici “gafii”, passaggi coperti a volta. Domina su di esso il castello feudale, custode della storia di Isabella Morra, poetessa del ‘500 morta per mano dei fratelli e in cui è allestita una mostra documentaria sulla visita che Benedetto Croce fece a Valsinni nel 1928. Il Parco Letterario a lei dedicato, fornisce, presso il Centro Visite, la possibilità di visionare materiale cartaceo ed audio-visivo su Isabella Morra ed i luoghi in cui ella visse.

Visita giornaliera con orari da concordare

Pullman + guida turistica: da euro 25,00 pp – minimo 30 partecipanti

Il Volo dell’Aquila e il Parco Nazionale del Pollino

(visita con guida - Cod. 0030)

A San Costantino Albanese nel cuore del Parco Nazionale del Pollino, a circa 57 Km da Scanzano Jonico (1h di autobus), è presente l’attrattore turistico “Il volo dell’Aquila”. L’impianto sportivo consentirà agli utenti, 4 persone alla volta, di provare la simulazione di un volo in deltaplano fino a raggiungere gli 80km/h. Sarà possibile effettuare un’escursione con guida all’interno del parco per ammirare la fauna e la flora del parco il cui emblema è il bellissimo e rarissimo Pino Loricato.

Visita giornaliera con orari da concordare

Pullman + guida turistica:
da euro 30,00 pp – minimo 30 partecipanti

Per il Volo dell’Aquila i costi sono di  euro 15,00 pp

Montalbano Jonico e la Riserva Regionale dei Calanchi

(visita con guida - Cod. 0031)

Il piccolo e suggestivo centro storico di Montalbano è collegato alla fertile valle dell’Agri da una rete di mulattiere (dette appiett) che attraversano i Calanchi, un tempo via obbligata per i contadini che quotidianamente si recavano nei propri poderi. L’escursione prevede la risalita di una delle più suggestive e panoramiche mulattiere, Appiett u mulin, che prende il nome da un antico mulino, trasformato nel dopoguerra nella centrale idroelettrica del paese. Lungo il percorso sarà possibile soffermarsi in aree di particolare pregio paesaggistico, circondati dalle suggestive forme calanchive. La presenza di fossili lungo il sentiero testimonia la vita marina di circa 2 milioni di anni fa. La passeggiata si conclude con il suggestivo panorama visibile dal belvedere di Montalbano sui Calanchi.

Visita giornaliera con orari da concordare

Pullman + guida turistica:
da euro 18,00 pp – minimo 30 partecipanti

Oasi del WWF Bosco Pantano

(visita con guida - Cod. 0032)

La Riserva Naturale Orientata del Bosco Pantano ha un’estensione di 550 ettari nei quali sono comprese le aree agricole a ridosso del bosco e gran parte della pineta che costeggia la spiaggia. E’ uno dei pochi boschi planiziali presenti in Italia e, grazie alla ricchezza e alla varietà sia della sua flora che della sua fauna, è stato designato Sito di Importanza Comunitaria costituendo un appuntamento irrinunciabile per gli amanti della natura. Al suo interno è sita l’Oasi WWF, dove tra scoperta e divertimento, è possibile osservare i diversi habitat della Riserva affiancati da esperti naturalisti e biologi marini del Centro Recupero Animali Selvatici. Qui vi vegetano sia specie proprie di ambienti montani (cerro, farnia) che specie mediterranee (lentisco, alloro) e ci si può impegnare nella cura di piccoli mammiferi, rapaci e animali “preistorici” come le Tartarughe Caretta Caretta. All’interno dell’Oasi si potranno realizzare escursioni in bicicletta o a piedi, andare a cavallo e partecipare a vari laboratori.

Visita giornaliera con orari da concordare

Pullman + guida turistica:
da euro 20,00 pp – minimo 30 partecipanti

Castello ottagonale di Castel del Monte

(visita con guida - Cod. 0033)

“Castel del Monte possiede un valore universale eccezionale per la perfezione delle sue forme, l’armonia e la fusione di elementi culturali venuti dal Nord dell’Europa, dal mondo Musulmano e dall’antichità classica. È un capolavoro unico dell’architettura medievale, che riflette l’umanesimo del suo fondatore: Federico II di Svevia” – Comitato del Patrimonio Mondiale UNESCO

Il castello inserito nella World Heritage List dell’UNESCO, è costruito direttamente su un banco roccioso, in molti punti affiorante, ed è universalmente noto per la sua forma ottagonale. Una visita suggestiva e spettacolare all’interno di un’opera architettonica famosa in tutto il mondo.

Visita giornaliera con orari da concordare

Pullman + guida turistica + biglietto visita al castello:
da euro 35,00 pp – minimo 30  partecipanti

Trulli di Alberobello e Lecce la “Firenze del Sud”

(visita con guida - Cod. 0034)

Alberobello, cittadina dell’entroterra barese, rappresenta senz’altro la capitale dei Trulli: il centro storico è integralmente costituito da questi particolari edifici di forma piramidale che lo rendono unico al mondo. La pietra usata per le costruzioni era ricavata dalle rocce calcaree dell’altopiano delle Murge. La seconda parte della giornata sarà dedicata alla visita della meravigliosa Lecce, città d’arte del Meridione italiano, è nota come “la Firenze del Sud” o la “Firenze del Barocco”: le antichissime origini messapiche e i resti archeologici della dominazione romana si mescolano infatti alla ricchezza e all’esuberanza del barocco.

Visita giornaliera con orari da concordare

Pullman + guida turistica: da euro 35,00 pp – minimo 30 partecipanti

Trekking nella storia: il parco della Murgia Materana

(visita con guida - Cod. 0035)

Uno dei più spettacolari paesaggi rupestri d’Italia che testimonia l’antico rapporto tra natura e uomo: è il Parco Regionale Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano, semplicemente detto Parco della Murgia Materana. Un territorio suggestivo, solcato dalle gravine di Matera, di Picciano e del fiume Bradano, che nasconde ricchezze naturalistiche e testimonianze storiche di eccezionale valore. Nella lista del Patrimonio Mondiale UNESCO, il Parco è disseminato da un centinaio di chiese rupestri, a volte nascoste dalla fitta vegetazione e scavate lungo gli argini delle gravine, impreziosite da spettacolari affreschi. Immergetevi negli incantevoli percorsi di trekking adatti anche a chi non ha mai praticato l’escursionismo.

Visita giornaliera con orari da concordare

Pullman + guida turistica:
da euro 35,00 pp – minimo 30  partecipanti